Confettura di pere

20141213_185628.jpg

Ma voi la sapete la differenza tra marmellata e confettura???

Io sono onesta l’ho dovuta cercare in internet e ho scoperto che:

“La comunità Europea stabilisce che la marmellata è un prodotto fatto di zucchero e agrumi, mentre la confettura viene definita invece come il prodotto contenente zucchero e polpa di tutti gli altri tipi di frutta”.

Così anche questo mistero è svelato, ora sono curiosa di andare al supermercato e vedere se sull’etichetta dei barattoli c’è scritto marmellata o confettura.

Comunque non perdiamoci in chiacchere che questa ricetta è veramente goduriosa, io spesso per natale preparo cesti regalo fatti da me e questa confettura non manca mai, anche quest’anno ho iniziato la produzione in anticipo.

Ingredienti

1 kg di pere (io uso o le Decana o le Williams)

500 g di zucchero

Succo di 1 limone

2 cucchiai colmi di cacao amaro.

Preparazione

Sbucciare e pulire le pere dal torsolo (se sono biologiche la buccia la potete anche lasciare), tagliarle a pezzettini, metterle in una casseruola abbastanza capiente e aggiungere zucchero e limone, iniziare a cuocere a fiamma bassa, fino a quando lo zucchero non inizia a sciogliersi, quando lo zucchero è ben sciolto alzare leggermente la fiamma, far cuocere per almeno 40 minuti, gli ultimi 10 minuti aggiungere il cacao, quando le pere cominciamo a spappolarsi con un frullatore ad immersione frullare bene il tutto, se non siete convinte della cottura provate a mettere un cucchiaino di confettura su un piattino, se dopo averlo fatto raffreddare un po’, la confettura non cola allora è pronta, altrimenti metterla sul fuoco e farla addensare ancora un po’.

Ancora bollente metterla nei vasetti, precedentemente sterilizzati, rovesciarli sotto sopra e farli raffreddare in quella posizione, in modo che si formi il sottovuoto.

Una volta aperta cercate di consumarla entro la settimana.

Annunci

Chutney di zucca

chunteny-di-zucca

Siete pronti a leccarvi i baffi??

questa è una ricetta che fa sempre un grande successo, mangiata con la carne e i formaggi e veramente indescrivibile!!!

Ingredienti

400 g di zucca

400 g di mele sbucciate

100 g di cipolla

260 g di zucchero di canna

250 ml di aceto di mele

2 peperoncini secchi

1 cucchiaino di sale

Preparazione

Pulire la zucca e le mele e tagliarle a pezzetti, in una pentola capiente mettere tutti gli ingredienti, iniziare a cuocere a fiamma bassa, fino a quando lo zucchero non inizia a sciogliersi, quando lo zucchero è ben sciolto alzare leggermente la fiamma, far cuocere per almeno 50/60 minuti, la zucca e molto acquosa, quindi i tempi di cottura si allungano un po’.

a fine cottura con un frullatore ad immersione frullare bene il tutto, se non siete convinte della cottura provate a mettere un cucchiaino di confettura su un piattino, se dopo averlo fatto raffreddare un po’, la confettura non cola allora è pronta, altrimenti metterla sul fuoco e farla addensare ancora un po’.

Ancora bollente metterla nei vasetti, precedentemente sterilizzati, rovesciarli sotto sopra e farli raffreddare in quella posizione, in modo che si formi il sottovuoto.

 

Canederli

canederli

Di ritorno da qualche giorno in Trentino non posso che non mettervi una ricetta a tema, in albergo li abbiamo provati con il sugo di pomodoro o al burro fuso, però dopo i bagordi di questa settimana ho voluto riproporli a casa in brodo un po’ per alleviare il senso di colpa un po’ per depurarci, ma vi assicuro che erano buoni lo stesso.

Ingredienti

500 g di pane raffermo

100 ml di latte (per gli intolleranti al lattosio il pane può essere ammollato con il brodo o latte vegetale)

40 g di porro

200 g di speck tagliato a dadini

3 uova

2 cucchiai di farina

1 mazzetto di prezzemolo

Sale

Brodo

Olio evo

Preparazione

Innanzi tutto bisogna ammollare il pane spezzettato, valutate voi quanto liquido richiede, non si deve spappolare, rosolare il porro con un filo di olio, nella ciotola del pane ammollato aggiungere il porro rosolato, il prezzemolo tritato, lo speck, le uova e il sale.

Quando è tutto ben amalgamato, l’impasto deve essere abbastanza conpatto, perché non deve disgregarsi quando viene immerso nel brodo, si formano delle palline grosse come dei mandarini.

I canederli vanno cotti nel brodo bollente per circa 15 minuti.

Una volta cotti si mangiano in mille modi, direttamente in brodo, asciutti conditi con burro fuso e grana, con un leggero sughetto di pomodoro, come accompagnamento di un secondo tipo spezzatino.