Pesto di di zucchine

Ode alle zucchine, io le adoro, secondo me sono estremamente versatili, noi a casa ne facciamo largo, larghissimo uso, si accosta bene con una miriade di sapori, poi questa ricetta può essere utilizzata in tanti modi e all’occorrenza anche surgelata e tenuta pronta per ogni evenienza.

volendo oltre agli ingredienti che ho elencato qui sotto si può aggiungere qualche foglia di basilico, ma purtroppo nonostante ami moto il sapore lo trovo veramente difficile da digerire, quindi in cucina ormai non ne uso quasi più!!!

INGREDIENTI

3\4 zucchine

1 manciata di mandorle

2 cucchiai di grana grattugiato

2 cucchiai di olio

1 pezzetto piccolo di cipolla (noi a casa ne usiamo pochissima)

PREPARAZIONE

Con una grattugia tagliere le zucchine fini, in una padella mettere a soffriggere la poca cipolla con un filo d’olio, aggiungere le zucchine, salare, pepare e saltarle in padella per una decina di minuti, quando saranno morbide metterle a raffreddare in uno scolapasta, in modo che l’acqua in eccesso venga eliminata.

Una volata che le zucchine si sono raffreddate in un frullatore frullare tutti gli ingredienti e il gioco è fatto, è un pesto molto versatile che si può usare per numerose cose, su dei crostini come antipasto per esempio, per condire la pasta.

Io in questo caso ho fatto saltare in padella una decina di gamberoni, già sgusciati, li ho sfumati con un po’ di vino bianco, ho condito la pasta con il pesto e ho adagiato sopra il piatto i gamberoni, è una ricetta che fa molta scena, ma in realtà è molto semplice da preparare.

Annunci

Biscotti di avena, senza… grassi, burro e olio

Ma BUON ANNO…

E’ stato un inizio anno fantastico, siamo stati qualche giorno in montagna, c’era un sacco di neve e ci siamo divertiti proprio tanto. Siamo tornati da un paio di giorni, anche passare qualche giorno di vacanza a casa non è affatto male, ho sperimentato un sacco di ricette da condividere con voi, quindi preparate il blocco degli appunti.

L’altro pomeriggio quando siamo arrivati, dopo il viaggio, non avevo voglia di andare a fare la spesa, però non avevo nulla per la colazione del giorno dopo, quindi mi sono inventata dei biscotti con quello che avevo in casa, e devo dire che il risultato non è affatto male, sono anche velocissimi da fare.

Curiosi?

Ecco la ricetta….

INGREDIENTI

250 di fiocchi di avena

170 g di farina 00

100 ml di latte di mandorla

4 cucchiai di gocce di cioccolato

2 cucchiai di zucchero di canna

2 uova

8 g di lievito

PREPARAZIONE

Se volete frullare i fiocchi d’avena metteteli in un robot da cucina e impastate tutto li, ma si possono anche impastare semplicemente in una ciotola, dipende dal vostro gusto, se volete che i fiocchi di avena non si sentano troppo come consistenza nei biscotti è meglio frullarli un po’, io invece li ho lasciati piuttosto grossi.

Quindi in una ciotola mettere i fiocchi d’avena, la farina, lo zucchero di canna, le uova e mescolare molto bene, aggiungere il latte e continuare a mescolare, la consistenza deve essere piuttosto cremosa. Quando è tutto amalgamato bene aggiungere il lievito e le gocce di cioccolato.

Nel frattempo accendere il forno ventilato a 180°.

In una teglia rivestita di carta forno disporre il composto a cucchiai, abbastanza distanziati l’un l’altro, schiacciare leggermente il composto, in modo che assuma la forma di un biscotto, mettere in forno a 180° per circa 20/25 minuti,  prima di sfornarli controllate che  il contorno sia bello colorito e controllate che siano cotti in mezzo.

E il gioco è fatto, tempo di preparazione 10 minuti, con la cottura totale 30.

 

Gnocchi di zucca

IMG_1202.JPG

Come al solito io vado contro corrente, di solito i buoni propositi si fanno all’inizio dell’anno, io invece a dicembre mi metto d’impegno e riprendo in mano il mio blog, un po’ trascurato nell’ultimo periodo, ma mi piace così tanto costruirlo piano piano che la mancanza di tempo non deve essere una scusa valida.
Quindi coraggio, rimbocchiamoci le maniche e chiacchieriamo un po’, oggi è stata una domenica lenta, dopo due giorni un po’ caotici!
Matteo oggi non era in gran forma, e visto il freddo di questo weekend, abbiamo deciso di rimanere a casa, la mia domenica ideale, poi nel pomeriggio si è messo anche a nevicare, meglio di così, la domenica per me è bellissimo rimanere a casa, anche perchè è l’unico giorno che posso coccolare la mia famiglia preparando qualche piatto un po’ più elaborato, oggi ho deciso di fare gli gnocchi alla zucca e condirli semplicemente con burro e salvia, io adoro la zucca e se anche tu come me hai provato a mangiarla anche a colazione, ma questa è un altra storia, allora devi provare anche i miei gnocchi, paradisiaci, garantito… e ora al lavoro.

INGREDIENTI

1 kg di zucca
300 g di farina 00
1 uovo
parmigiano grattugiato
burro
sale
noce moscata
salvia

PREPARAZIONE
Cuocere la zucca al vapore, inserire la vaporiera in una pentola dopo aver aggiunto l’acqua, che deve arrivare fino a sfiorare il cestello della vaporiera ma non superarlo, da quando bolle ci vorranno circa 10 minuti, per vedere se è cotta infilzarla con la forchetta, deve essere morbida.
Schiacciare la zucca con la forchetta, impastare il purè ottenuto con la farina e l’uovo, regolare di sale e aggiungere una spolverata di noce moscata.
Il composto è pronto quando dopo averlo lavorato salgono delle bolle in superficie, se l’impasto dovesse diventare troppo duro aggiungere un po’ di latte.
Nel frattempo mettere a bollire una pentola con l’acqua, formare gli gnocchi aiutandosi con due cucchiai, formando delle piccole quenelle, quando gli gnocchi vengono a galla sono pronti e si possono condire a piacere, secondo me l’ideale è un condimento delicato che non compre il sapore della zucca.

BACI DI DAMA RUSTICI

Vi regalo una coccola dopo tanto tempo che non ci sentiamo, lo so che non mi dedico al blog da molto, ma tornata dalle ferie sono stata assorbita dai ritmi sempre più frenetici, in più abbiamo deciso di fare qualche lavoretto in casa, sono quelle cose che mi danno un sacco di soddisfazione quando è tutto perfetto e in ordine, ma mentre li fai che fatica, come dico io non si vede mail la luce in fondo al tunnel, confesso che ho ancora uno scatolone pieno di bicchieri balloon da lavare e asciugare, mentre sistemavo le cose che tolte dai mobili e messe negli scatoloni, per il periodo dei lavori, mi chiedevo ma quando mi sono spostata questi bicchieri cosa li ho comperati a fare? Si rompono solo a guardarli, per ora nessuna vittima, mi manca però quest’ultimo scatolone che non trovo la forza (e il tempo) di sistemare, a voi non capita mai, alla fine di un lavoro che vi ha impegnato molto non aver voglia di fare l’ultimo sforzo?

Piuttosto che fare quell’ultimo sforzo ieri io e Matteo (il mio piccolo super eroe, infatti ha cucinato vestito da Spiderman) abbiamo fatto i biscotti, sono stati un po’ uno svuota dispensa, avevo un po’ di mandorle, un po’ di farina di mais ecc. Ma il risultato è stato apprezzato da tutti!!!

Ingredienti

100 g di farina di mais

90 g farina 0

120 g di burro

50 g di zucchero di canna

80 g di mandorle

1 uovo

per la farcitura 

50 g di cioccolato fondente

Preparazione

Tritare le mandorle finemente, mescolare insieme tutti gli ingredienti, il burro deve essere morbido, una volta ottenuto un composto compatto, formare delle piccole palline che verranno adagiate sulla teglia coperta di carta da forno.

Cuocere in forno 20 minuti a 180°.

Una volta cotte lasciar raffreddare, a questo punto far quindi sciogliere il cioccolato fondente, poi versare una goccia di cioccolato sulla base appiattita di un biscotto, accoppiarlo con un altro. Lasciar raffreddare.

Chutney di zucca

chunteny-di-zucca

Siete pronti a leccarvi i baffi??

questa è una ricetta che fa sempre un grande successo, mangiata con la carne e i formaggi e veramente indescrivibile!!!

Ingredienti

400 g di zucca

400 g di mele sbucciate

100 g di cipolla

260 g di zucchero di canna

250 ml di aceto di mele

2 peperoncini secchi

1 cucchiaino di sale

Preparazione

Pulire la zucca e le mele e tagliarle a pezzetti, in una pentola capiente mettere tutti gli ingredienti, iniziare a cuocere a fiamma bassa, fino a quando lo zucchero non inizia a sciogliersi, quando lo zucchero è ben sciolto alzare leggermente la fiamma, far cuocere per almeno 50/60 minuti, la zucca e molto acquosa, quindi i tempi di cottura si allungano un po’.

a fine cottura con un frullatore ad immersione frullare bene il tutto, se non siete convinte della cottura provate a mettere un cucchiaino di confettura su un piattino, se dopo averlo fatto raffreddare un po’, la confettura non cola allora è pronta, altrimenti metterla sul fuoco e farla addensare ancora un po’.

Ancora bollente metterla nei vasetti, precedentemente sterilizzati, rovesciarli sotto sopra e farli raffreddare in quella posizione, in modo che si formi il sottovuoto.

 

Panini alla zucca

foto2

Halloween, halloween, in giro non si vedono che zucche, addobbi a forma di ragnatela e di ragni, che personalmente mi fanno un po’ schifo, ma halloween è anche questo, ma è soprattutto periodo di zucca, io la adoro, si presta perfettamente per ricette salate e ricette dolci.

Questi panini che vi propongo oggi sono una ricetta che ho provato e riprovato più volte prima di trovare quella perfetta, volevo replicare dei panini che prendo sempre in un panettiere vicino alla stazione di Pavia, per motivi di salute sono in cura al San Matteo di Pavia, quindi mi capita spesso di andare a Pavia e quando vado è d’obbligo fermarmi in quella panetteria a prendere i miei amati panini, prima li mangiavo direttamente li ora li porto a casa a Matteo e la sera li mangiamo insieme mentre preparo la cena, ormai è diventato un po’ un nostro rito, ora fortunatamente a Pavia devo andare un po’ meno spesso, ma i nostri panini? Beh basta fare un po’ di tentativi e trovare la ricetta migliore… ed eccola qua…

Ingredienti:

650 gr farina manitoba

400 gr di purea di zucca

1 cubetto di lievito di birra

60 gr di burro fuso

150 ml di latte tiepido

1 pizzico di sale

Preparazione

Sciogliere il lievito in un po’ di latte tiepido, mescolare bene il latte e la zucca, che deve essere frullata per non lasciare grumi all’interno dell’impasto, meglio in una planetaria, mettete tutti gli ingredienti, ma se non avete la planetaria potete iniziare a mescolare l’impasto in una ciotola perché all’inizio sarà molto umido, poi trasferirlo sul piano della cucina, quindi mescolare bene tutti gli ingredienti, deve risultate un impasto compatto e non appiccicoso, tipo quello della pizza, quindi regolatevi con la farina e il latte, nel caso risultasse troppo appiccicoso o troppo duro.

Finito di impastare vigorosamente, è un fantastico esercizio anche per le braccia , mettere l’impasto in un luogo al riparo da correnti e da sbalzi di temperatura, io di solito, vi svelo un piccolo trucco, metto l’impasto in una ciotola per la lievitazione nel forno con la lampadina accesa che garantisce un po’ di colore all’impasto , per aiutarlo a crescere, ma non lo secca.

Lasciar lievitare fino al raddoppio, tolto dalla ciotola senza lavorarlo troppo formare delle palline grosse circa come una pallina da ping pong, disporle sulla teglia da forno e coprirle con un canovaccio o con carta forno, spennellare i panini con un po’ di latte, infornare per i primi 10 minuti a 200°, poi abbassare il forno a 180° per altri 10 minuti.

Coniglio alle nocciole

coniglio-nocciole

Che estate strana quella che è appena passata, prima sembrava non volesse mai arrivare, a dir la verità io ero anche un po’ preoccupata, mi ricordo due anni fa un‘estate non estate e ne ho risentito tutto l’anno. Poi quando è arrivata non se ne voleva più andare, a metà settembre boccheggiavamo ancora e siamo riusciti a fare anche qualche bagno in piscina, abbiamo recuperato il tempo perso prima.

Ora che l’aria è un po’ più frizzantina, basta insalate miste, pasta fredda e prosciutto e melone, bisogna iniziare a fare sul serio, oggi vi propongo un tipico piatto da pranzo della domenica, quando le mamme si prendono quel po’ di tempo in più per cucinare e si rimane in pigiama fino a tardi, ma non ditelo a mia nonna però, che alla bellezza di 87 anni se sente una cosa del genere si arrabbia ancora.

Dovrei parlarvi più spesso dei miei nonni, sono cresciuta con l’oro, abitavamo nella stessa villetta divisa in due appartamenti, presenza indispensabile ma a volte anche predominante, ma questa è un’latra storia…. piena di emozioni e di ricordi.

Veniamo alla ricetta:

Ingredienti

1 kg di coniglio

Farina

Olio evo

½ scalogno

1 carota

1 gambo di sedano

Salvia

Rosmarino

2 cucchiai di olive taggiasche

200 g nocciole

1 bicchiere di vino bianco

Sale e pepe

Preparazione

In una casseruola capiente far soffriggere con l’olio, scalogno, carota e sedano tagliati fini. Infarinare il coniglio tagliato a pezzi e farlo rosolare fin quando non acquista colore, a questo punto sfumare con il vino bianco.

Unire la salvia e il rosmarino alche quelle tagliate fini, unire 1\2 bicchiere di acqua o di brodo, aggiungere le olive taggiasche, salare e pepare, metter il coperchio e lasciar cuocere, a fiamma bassa per 45 minuti, controllare di tanto in tanto la cottura e assicurarsi che non asciughi troppo, altrimenti aggiungere altra acqua o meglio brodo. Quando mancano una decina di minuti alla fine della cottura aggiungere le nocciole tritate grossolanamente.

 

 

 

Tortino di zucchine

20150621_120054

Oggi vi propongo una delle mie idee furbe, il tortino di zucchine tutto a crudo.

Fa sempre un sacco di successo, è una di quelle ricette che considero svuota frigo, perché qualsiasi ingrediente si agginge vengono comunque buone.

Ingredienti

4 grosse zucchine

100 g prosciutto cotto

200 g formaggio tipo latteria

2\3 cucchiai di grana grattugiato

Preparazione

Lavare e tagliare le zucchine a fette sottili per il lungo, tagliare il formaggio a fettine.

In una teglia da forno disporre alternati le zucchine il formaggio e il prosciutto, l’ultimo strato deve essere fatto formato dalle zucchine e poi cosparso con in grana grattugiato.

Cuocere in forno per circa 30 minuti a 180°

Questa è una delle versioni che propongo, ho provato a farlo aggiungendo del sugo tipo parmigiana, ad utilizzare altri salumi, anche se viene un po’ troppo saporito ed è per quello che io prediligo il prosciutto cotto.

Beh insomma scatenate la fantasia, tanto vi assicuro che viene buono lo stesso!!

CRESPELLE INTEGRALI CON GAMBERETTI E FUNGHI SU CREMA DI ZUCCHINE

IMG_0922

La mia ricetta di ferragosto, oggi a pranzo abbiamo i nostri amici storici, certo cucinare nella cucina del mare non è la stessa cosa che a casa, ma ce la facciamo lo stesso.

Ovviamente la ricetta è senza lattosio, da quando sono riuscita a toglierlo sto talmente ben che non ne sento lontanamente la necessità.

Qundi buon ferragosto a tutti, a chi è in vacanza, a chi è al mare, chi in montagna e chi a casa. ma soprattutto buon appetito e fatemi sapere com’è!!!

Ingredienti

Per le crespelle

250 g farina integrale

500 ml latte di soia

2 uova

Sale

1 cucchiaio di olio di semi

Per il ripieno

300 g di funghi porcini (vanno bene anche quelli surgelati)

300 g gamberetti

200 g parmigiano grattugiato

Per la besciamella

500 ml di latte di soia

50 g farina

Sale

Noce moscata

2 zucchine

Preparazione

Unire la farina le uova e il latte a filo mentre si inizia a mescolare, mescolare bene per evitare la formazione di grumi. Aggiungere in ultimo l’olio, deve risultare una pastella densa, ma non troppo.

Lasciar riposare la pastella per due ore in frigorifero. Prima di cuocere se risulta troppo densa allungare leggermente con acqua o latte di soia. Cuocere in una padella antiaderente del diametro di circa 22\24 cm, mettere nella padella leggermente unta un mestolo alla volta e cuocere per circa 3\4 minuti per lato. Fino ad esaurimento della pastella.

Intanto in un’altra pentola mettere un goccio d’olio e la cipolla, appena soffrigge buttare i funghi e in ultimo i gamberetti, cuocere una decina di minuti.

Mettere il composto nelle crespelle, spolverando con abbondante grana grattugiato e chiudere a portafoglio.

Adagiare le crespelle in una teglia abbastanza capiente, intanto in una padella, si può usare sempre quella che è stata utilizzata per cuocere i funghi e i gamberetti, dopo aver tagliato le zucchine molto fini, aiutate voi con una mandolina o meglio ancora con un robot da cucina, e saltatele in padella con un filo d’olio e poca cipolla e cuoci fin che non si ammorbidiscono.

come ultima cosa c’è da preparare la besciamella, Mettere 50 g di farina in una casseruola e stemperala con 2 dl di latte di soia.

Far scaldare altri 3 dl di latte e unirli poco alla volta alla pastella preparata. Mescolare di continuo, far cuocere la salsa a fuoco moderato fino a che non avrà assunto una consistenza vellutata.

Spegnere il fuoco, insaporire la besciamella con sale e abbondante noce moscata grattugiata.

Prometto questo è veramente l’ultimo passaggio, mischiare le zucchine con la besciamella e versare il tutto sopra le crespelle.

Passare in forno a 200° per circa 5\6 minuti.

Pane mafaldina al sesamo

IMG_0958

Come da soddisfazione fare il pane d’estate non lo dà in nessun periodo dell’anno, l’impasto lievita che è un piacere, queste mafaldine sono state un successo, da rifare assolutamente prima che l’estate ci saluti ed arrivino climi ben più rigidi, anche se accendere il forno in questi giorno è una sfida anche per gli chef più blasonati, ma a noi non ci spaventa niente!!!!!

Ingredienti

300 g di acqua tiepida

10 g di malto d’orzo

20 g di lievito di birra

400 g di farina di grano duro

100 g di farina 0

10 g di sale

10 g di olio di oliva

semi di sesamo

Preparazione

In una planetaria versare l’acqua, il malto e il lievito e mescolare in modo che il lievito si sciolga.

Aggiungere le farine e il sale, impastare 5 minuti, in modo che si formi un impasto liscio.

Togliere l’impasto dalla planetaria e modellare una palla.

Versare l’olio nella ciotola di lievitazione e passare l’impasto in modo che rimanga tutto ben oliato.

Coprire la ciotola con la pellicola trasparente o con il suo coperchio e lasciare in lievitazione in luogo caldo per circa un ora.

Prendere l’impasto e dividerlo in due parti, da modellare in due rotoli. Formare con essi una serpentina.

Sistemare i pani sulla placca del forno, rivestita di carta forno, coprire con la pellicola trasparente.

Lasciare in seconda lievitazione per altri 60 minuti.

Spennellare la superficie con acqua e cospargere con semi di sesamo.

Cuocere in forno caldo a 200° per 10 minuti e a 180° per altri 15 minuti.