MUFFIN ALL’ANDUJA

 

muffin salati

Prima di conoscere mio marito l’anduja non sapevo nemmeno cosa fosse, ma siccome i miei suoceri hanno origini calabresi, quando tornavano dalle loro vacanze in Calabria ne portavano sempre un po’, io all’inizio non sapevo proprio cosa farci, poi ho iniziato a sperimentare e sono nati questi muffin, che una volta ho cucinato per una festa di compleanno e da allora me li hanno chiesti molte volte.

Una commistione tra america e calabria.. è un po’ come essere a Littel Italy 🙂

ora l’anduja si trova in quasi tutti i supermercati, ma quella che arriva direttamente dalla Calabria dopo le vacanze non so perchè ha un gusto particolare!!!!

Ingredienti

3 uova

150 g farina

100 ml olio

100 ml di latte vaccino

100 g di anduja (ormai si trova in tutti i  supermercati)

1 bustina di lievito istantaneo per torte salate io uso questo qui

Preparazione

Sciogliere l’anduja al microonde per 20 secondi, in modo che si ammorbidisca ma non frigga, scaldare il latte con l’olio, deve essere tiepido, non deve bollire.

Mettere tutti gli ingredienti, nel robot da cucina e amalgamare bene .

Riempire li stampi dei muffin fino a metà e cuocere in forno a 180° per circa 20\30 minuti.

Annunci

PAN BRIOCHES SENZA LATTOSIO – DAIRY FREE –

IMG_1019

Non ci posso credere, sono ancora a casa malata, quest’inverno sta diventando veramente difficile da gestire, a livello meteorologico non si sta dimostrando un inverno particolarmente duro, ma nonostante questo a casa mia ci siamo ammalati tutti, ed io è già il secondo ciclo di antibiotico che faccio, quindi per l’anno prossimo bisogna partire già preparati, con le difese immunitarie ben rinforzate, ho già in mente qualche cosa e sto già studiando, ve lo racconterò quando il progetto prende piede.

Ma veniamo alla ricetta, stufa, stufissima di mangiare la solita torta a colazione, essendo a casa malata, non potendo uscire a fare la spesa, mi sono preparata questo fantastico pan brioches, che io adoro mangiare anche così al naturale ma a casa mia spesso lo arricchiscono con nutella, marmellata, ecc.

comodo perché con piccole varianti riesce a soddisfare i gusti di tutti!!!!

pronte per prepararlo con me?

ecco gli ingredienti

Ingredienti

250 g farina 00

200 g farina manitoba

1 uovo e 1 tuorlo

120 g zucchero

1 bustina di lievito di birra secco o 1 cubetto di quello fresco

200 ml di latte di soia

80 ml di olio di semi

Preparazione

Iniziamo mettendo entrambe le farine nella planetaria, le uova, lo zucchero, l’olio e metà del latte che abbiamo precedentemente intiepidito. Nell’altra metà del latte far sciogliere bene il lievito, aggiunge anche quello nell’impasto e lavorare per almeno 5 minuti. Il panetto deve risultare bello liscio. Mettere a lievitare in una ciotola coperta da pellicola trasparente per almeno due ore. Trascorse le due ore dividere l’impasto in tre parti e formare delle palline, disporre le tre palline in uno stampo da plumacake vicine e far lievitare un’altra ora coperto con un canovaccio in modo che non secchi.

Prima di infornare utilizzare l’albume d’uovo rimasto e spennella l’impasto e cospargi di zucchero semolato.

In fine infornare per circa 30 minuti a 200°.

Recensione ” Piccoli gourmet crescono”

foto10

 

PICCOLI GOURMET CRESCONO

Autore: Sigrid Verbert

Editore: Mondadori Electa

prezzo di copertina: 24.50

totale pagine: 213

anno pubblicazione: aprile 2013

Beh che dire, un nome una garanzia, Posseggo diversi libri di Sigrid Verbert , prima o poi farò la recensione di tutti, perchè ne vale proprio la pena.

Come tutti gli altri il libro è molto curato, diviso in fasce d’età del bambino, per aiutare le mamme con lo svezzamento, all’inizio mi ricordo la difficoltà nel trovare qualche spunto nuovo per far assaggiare sapori sempre diversi a Matteo, senza osare con cibi troppo elaborati che potessero fargli male (si sà con il primo figlio una mamma ha sempre mille dubbi).

Il libro è diviso in

4 capitoli più una breve interruzione.

il libro è suddiviso così:

  • e mangiarono tutti felici e contento (breve introduzione)
  • 1 prime pappe, da 6 a 8 mesi
  • 2 piccoli gourmet crescono, da 8 a 12 mesi
  • 3 io mangio da solo, da 12 a 24 mesi
  • 4 mangiare insieme da 24 mesi a 99 anni.

 

La grafica è veramente accattivante tutti i disegni sono stati fatti da Chiara Buccheri, mentre le foto, fantastiche aggiungerei, sono scattate direttamente dall’autrice.

Le ricette sono originali ma nello stesso tempo semplici, quello che ci vuole per i bimbi così piccoli. Alcune ricette le utilizzo ancora adesso che ormai Matteo è cresciuto e mangia anche le gambe del tavolo. 🙂

Paradossalmente c’è molto di più da scrivere se un libro non mi è piaciuto, piuttosto che un libro che ho trovato bello e interessante come questo.

In conclusione  sicuramente lo ricomprerei come ogni libro di Sigrid Verbert

Io l’ho comperato tramite Amazon, la mia gioia ma anche la mia rovina, e lo trovate qui.

Spero che questa recensione sia stata utili.

Se volete dare un occhio al sito di Sigrid Verbert secondo me vale sempre la pena!!!!!!!