Il prodotto preferito del mese – giugno – spesa Esselunga on-line –

PicMonkey Collagedef

Questo è uno di quei periodi in cui penderei un costume da bagno, crema solare , una salvietta e mi trasferirei al mare, fino all’arrivo dell’autunno.
Ma non si può, quindi quando ho le pile così scariche ogni aiuto è prezioso, il PREFERITO del mese di giugno è strato senz’altro la spesa all’Esselunga fatta ON-LINE .
Mi ha salvato in diverse occasioni.
Già io adoro il supermercato Esselunga, la spesa on-line poi la vedo una soluzione ottima, soprattutto per noi mamme che abbiamo una vita così frenetica.
Parto con ordine, spero di riuscire a spiegare bene il tutto.
1) Ovviamente bisogna creare un account ed avere a disposizione internet e un indirizzo di posta. Da poco tempo è possibile anche utilizzare lo smartphone per fare la spesa ed è comodissimo, visto che spesso faccio la spesa in treno mentre torno a casa, poi nel paragrafo astuzie vi rivelo i miei trucchi.
2) Una volta creato l’account è facilissimo navigare nel sito, i prodotti sono divisi per categoria, ma in alto c’è anche il campo cerca che permette di fare una ricerca veloce. Nel lato sinistro una volta inserito il prodotto nel carrello è monitorabile lo scontrino così si sa in tempo reale il totale della spesa e anche l’elenco dei prodotti acquistati.
3) Una volta riempito il carrello e terminata la spesa si passa alla consegna, ultimamente a mio avviso sono anche aumentate le fasce orarie disponibili, si può scegliere l’indirizzo di consegna e la spesa viene portata alla porta di ingresso di casa, il costo è di  7,90 euro (6,90 euro per gli ordini con importo superiore a 110 euro) ma ci sono anche agevolazioni per disabili o anziani, il tutto spiegato qui, spesso ci sono promozioni che permettono di avere la consegna addirittura gratuita, se si pensa che l’Esselunga più vicino alla mia abitazione è a 10 km in una strada piuttosto trafficata, direi che la convenienza c’è comunque.
4) Ora passiamo alle ASTUZIE, io mi sono organizzata così, le prime volte ci ho messo un po’ più di tempo ora vado come un treno, è possibile fare una lista dei prodotti preferiti che uno acquista sempre, ovviamente io l’ho fatta, la tengo da parte fino alla fine, ora vi spiego come faccio, prendo il volantino dell’Esselunga della mia zona e mi segno le offerte che mi interessano e le cerco direttamente con il tasto cerca, purtroppo non sempre ci sono tutte le offerte che sono presenti sul volantino ma la maggior parte si, poi mi dedico alle offerte che sono presenti on-line, che spesso si sovrappongono a quelle del volantino, in fine aggiungo i prodotti presenti sulla mia lista della spesa, che compilo prima di iniziare la spesa, in fine un ultima occhiata alla lista dei preferiti, giusto per essere sicura di non dimenticarmi niente e il gioco è fatto.
ho provato in passato a fare la spesa a ruota libera senza organizzarmi così, ma vi assicuro che ci ho messo il doppio del tempo.
Un’altra cosa che faccio spesso e preparare il carrello pieno dei prodotti che preferisco e aspettare che sia disponibile la data che mi interessa, io lo faccio soprattutto quando vado in vacanza per un lungo periodo, il giorno dopo il ritorno mi faccio recapitare la spesa a casa, meno sforzo di così!!!!

Insomma credo che da questa descrizione si capisca che io sono entusiasta di questo servizio, ora hanno iniziato anche altri supermercati a fare la consegna a casa o il ritiro in negozio, ma o non consegnano nella mia zona o sono supermercati che non mi piacciono, quindi per ora continuo con il mio primo amore.

Spero che questa nuova rubrica del prodotto del mese preferito vi piaccia, io sbircio sempre quelle delle mie colleghe blogger e mi diverto un sacco a vedere i loro gusti e soprattutto a carpire qualche segreto.

Ovviamente se avete domande io sono pronta a rispondere,  io non sono in alcun modo remunerata per questa recensione, magari!!!, ma è frutto della mia esperienza e del mio giudizio.

Alla prossima allora, vi aspetto.

saluti

 

Annunci

Recensione libro”IL GRANDE LIBRO DELLA CUCINA”

foto16

Era un po’ che mancava una recensione, io vorrei farle più spesso, perchè mi capita continuamente di acquistare un libro, soprattutto su Amazon e rimanerne delusa.

Titolo: Il grande libro della cucina

Autore: Carlo Spinelli e Aldo Spinelli

Foto: Silvia Marinelli

Casa Editrice: 24 ORE Cultura

Anno pubblicazione: novembre 2016

Totale pagine: 300

Costo: 39,90 €

Già dalla copertina appare un libro originale, la copertina è in legno con intagliato un coltello e una forchetta.

Sfogliandolo si scopre che è un viaggio intorno al mondo, il libro parte illustrando gli stili, quello Mediterraneo, Nordico, Arabo, Asiatico, Vegetariano, Caraibico, Street food, non ho molto capito nel viaggio intorno al mondo in quale paese si collocano lo street food e il vegetariano, ma un approfondimento in più fa sempre piacere.

Prosegue con l’illustrazione dei principali ingredienti dei diversi “stili”, poi parte con le ricette toccando 5 paesi delle vari e aree, mentre per la parte vegana\vegetariana ci propone delle ricette vegane, di sola frutta (pizza fruttariana, non oso nemmeno leggere la ricetta, ok, l’ho fatto era meglio che lasciavo perdere), crudismo ecc… secondo me questa parte confonde un po’ le odee, mentre la parte dello street food, è un po’ più interessante anche se tratta anche in questo caso la cucina veg & vegan, ma sono fissati!

Devo dire però che le illustrazioni e le foto sono molto ben fatte ed accattivanti.

In conclusione, lo ricomprerei, mah… nella mia libreria non sta certo male, visto che ho libri di ogni genere e stile, ma non mi sento di consigliarlo, ci sono molti altri libri che amo molto di più, poi questo non è nemmeno particolarmente economico.

Spero che anche questa recensione vi sarà utile… ciaoooo!!!

 

Recensione libro “la schiscetta perfetta” di Alessandro Vanicelli

foto15

Titolo: La schiscetta perfetta

Autore: Alessandro Vanicelli

Casa editrice: De Agostini

Anno pubblicazione: Aprile 2016

Totale pagine: 176

Costo: 10, 97 €

Il titolo per questo libro potrebbe essere NON CI SIAMO, quando si legge la descrizione ci si aspetta di trovare un manuale che risolva il problema di tutti qui poveretti (me compresa) che devono pranzare tutti i giorni in ufficio e hanno finito le idee, invece già dalle prime pagine del libro una delusione, intanto si parte dal presupposto che tutti abbiano un microonde in ufficio, presupposto sbagliato, io non ce l’ho, i primi piatti che propone sono la pasta alla norma i bucatini all’amatriciana, ma va non ci avevo mai pensato che la pasta è la cosa più comoda da portare in ufficio.

La frittata di pasta wow non ci avevo mai pensato, ma scherziamo???

Insomma sui primi non ci siamo proprio, le insalate possono anche essere prese in considerazione, ma nessuna idea particolarmente originale da poter essere presa in considerazione, sono tutte ricette che si trovano in un normale libro di cucina un po’ completo.

I dolci bocciati completamente, sono ricette di muffin, biscotti e brownies scopiazzati di qua e di la.

In conclusione non ve lo consiglio assolutamente, lo ricomprerei mi sa proprio di no.

Fatemi sapere se qualcuno di voi lo ha letto e la pensa come me.

ciaoooooo

LIBRO – Lattosio l’intolleranza? la cuciniamo –

foto7

LATTOSIO L’INTOLLERANZA? LA CUCINIAMO

Autore: Tiziana Colombo

Editore: SILVANA EDITORIALE

Prezzo di copertina: 20,00 €

Totale pagine: 288

Questa volta ragazze pollice verso.
Ho acquistato questo libro su Amazon dopo essermi convinta ad eliminare il lattosio dalla mia alimentazione, ma è così radicato nel nostro modo di mangiare che avevo bisogno di un aiuto e di alcune linee guida.
Mi sono fatta attrarre  da questo libro anche perché di libri sull’argomento non ce ne sono molti.
Appena ho iniziato a sfogliarlo mi sono resa conto che non era adatto a me, la parte introduttiva che spiega l’intolleranza è anche interessante e l’ho letta con molto piacere. Quando si passa alle ricette però un flop totale. Sono tutte ricette create da famosi chef, infatti tutte adatte ad un ristorante e non ad una cucina di casa.
Penso che chi scopre di avere un qualsiasi tipo di intolleranza o di allergia abbia bisogno di un aiuto per le ricette di tutti i giorni e di linee guida per imparare a gestire la cosa, non di ricette bellissime da presentare e molto sofisticate, con in alcuni casi anche difficoltà nel reperire gli ingredienti.
Dulcis in fundo molto ricette non riportano nemmeno le dosi degli ingredienti, come dovremmo riproporle secondo loro? A occhio? No grazie, preferisco sapere come è quanto sto cucinando!!!!!
Lo comprerei? NO, sinceramente mi ha proprio deluso.
Ditemi voi se queste possono essere ricette fattibili ogni giorno:
Uova di quaglia su mousse di tonno, bottarga di tonno e tonno crudo con olio alla menta, Petto d’anatra croccante crema di senape al miele con aceto balsamico e tartufo nero.. e potrei andare avanti per quasi tutto l’indice.

Faccio fatica a pensare di cucinarle io, che ho fatto della cucina la mia passione, figuriamoci una persona che non ama cucinare e compra questo libro per avere un aiuto.
Spero che anche questa volta la recensione sia stata utile.. al prossimo libro!!!!

EXPO 2015 Milano

expo

Sabato 12 settembre 2015

Per dovere di cronaca vi racconto la mia esperienza e le mie impressioni su expo, anche se ormai già in molti ne hanno parlato e tra poche settimane si chiuderà tutto e anche l’esperienza expo sarà un ricordo.

Per numerosi motivi che non sto qui ad elencarvi siamo riusciti ad andare soltanto sabato 12 settembre, tra parentesi la domenica al telegiornale hanno detto che è stato il giorno con più afflusso in assoluto, e ti pareva.

Anche parlando con gli addetti ai lavori tutti erano scioccati dalla quantità di gente che c’era quel giorno, nell’ordine abbiamo fatto due ore di coda per entrare, per visitare il padiglione italiano c’erano quattro ore di coda e per quello giapponese ce n’erano tre e mezza, purtroppo abbiamo dovuto desistere, in totale quel giorno si registra un afflusso di 245.000 persone.

Nel complesso l’allestimento mi è piaciuto molto, è impressionante vedere una città costruita dal nulla in così poco tempo. Io non voglio assolutamente fare polemiche e valutare i tempi, i soldi spesi, ecc, questo lo lascio fare ai giornalisti che in questi mesi di parole ne hanno già spese molte, forse troppe, alimentando polemiche che al nostro paese non fanno per niente bene, soprattutto nel periodo che stiamo vivendo.

Comunque continuiamo con le chiacchiere, appena sono entrata mi sono emozionata, per me non potevano scegliere argomento migliore, IL CIBO, subito si è invasi da una nuvola di profumi provenienti dalle cucine di tutto il mondo, è come avere il mondo a portata di mano.

ho assaggiato un po’ di qua e un po’ di la, mi sono concentrata soprattutto sui paesi asiatici, dove credo sia più difficile andare, ma nello stesso tempo sono molto attratta dalla loro cucina, i nomi non ve li saprei ripetere perchè sono impronunciabili, ma a parte il sushi che conosciamo tutti ho assaggiato una quantità di ravioli al vapore e fritti con i ripieni più disparati… altre cose che vedevo cucinare nella cucina dello zio Marrabbio, di kiss me Licia, chi ha la mia età se lo ricorderà sicuramente.

Purtroppo avrei voluto concentrarmi e assaggiare anche qualche cosa della cucina africana ma non mi è stato possibile.

Nel complesso penso che la giornata sia stata produttiva, nonostante le code, i prezzi, le polemiche varie, Matteo, con mio rammarico abbiamo deciso di lasciarlo a casa, ma con il senno di poi penso che sia stata la decisione più azzeccata della giornata.

E’ stato bello passare una giornata intera con mio marito a girovagare per i padiglioni.. abbiamo riso un sacco e ci siamo divertiti molto.

Visto che il pensiero del blog non mi abbandona mai, tornano a casa in treno, mentre mio marito sonnecchiava, è sempre in treno che mi vengono le idee migliori, mi si è accesa una lampadina, Visto che il tema di quest’anno è la cucina mondiale, ho deciso di riproporvi la cucina del mondo interpretata da me, ogni settimana cercherò di riproporre le ricette contenute in un mio libro di cucina che tratta appunto questo argomento, e poi pubblicarle sul blog… vediamo cosa viene fuori.. un po’ come ha fatto Julie nel film Julie & Julia.

Ovviamente potete anche richiedere ricette… vi aspetto numerosi.

LIBRO LE RICETTE DI MISS DAHL

foto4

LE RICETTE DI MISS DAHL

Autore: Sophie Dahl

Editore: Luxury Books

anno pubblicazione: marzo 2011

prezzo copertina: 29,90 €

totale pagine: 276

Beh che dire, già la collana è una garanzia, tutte le volte che mi capita in mano un luxury book mi ritrovo a sfogliarlo ipnotizzata a bocca aperta, la cura delle foto è ineguagliabile e anche l’impaginazione ha sempre una marcia in più.

Questo libro nello specifico è molto piacevole, Sophie è molto ironica e per ogni ricetta c’è una introduzione tratta dalla sua biografia che lo rende ancora più piacevole, bello anche da sfogliare durante una domenica piovosa.

Le ricette sono divise per stagione e per momento della giornata, sono semplici e fattibili, anche se di primo acchito sembrano poco realizzabili perchè alcuni ingredienti da noi sono poco diffusi.

In conclusione penso che sia un buon libro, lo ricomprerei sicuramente, ma più per sfogliarlo per mio piacere personale che per trarre qualche ricetta.

Recensione “Il Cucchiaio d’Argento”

cucchiaio d'argento

 

Dopo il lungo weekend eccomi di nuovo qui, ho deciso di prendermi una piccola pausa, ho riflettuto molto su quanti post pubblicare alla settimana, ma non sono ancora giunta ad una conclusione, certo non ho intenzione di mantenere il ritmo dei giorni scorsi, appena aperto il blog volevo avere un po’ di articoli da condividere con voi, ma ora rallento un po’, non voglio inondarvi di parole tanto per scrivere qualcosa.

Questo weekend avrei voluto staccare completamente e non pensare al blog, ma non ci sono riuscita, troppe idee per la testa, ogni volta che vedevo qualcosa o che sentivo un profumo particolare, nella mia mente si formava già un articolo da scrivere.

Ho pensato di introdurre una nuova rubrica (speriamo vi piaccia), vorrei recensire alcuni libri di cucina, troppo spesso mi è capitato di comperare  libri di cucina (soprattutto on-line) e di rimanere delusa, mi è capitato giusto l’altro giorno di acquistare un libro e di essermene amaramente pentita.

Ovviamente non posso che iniziare con un caposaldo della mia vasta biblioteca di libri.

IL CUCCHIAIO D’ARGENTO

Autore: aa. vv.

Editore: DOMUS EDITORIALE

Prezzo di copertina: 49,00 €

Totale pagine: 1317

Secondo me questo è il libro che in casa ognuno dovrebbe avere, racchiude la maggior parte delle ricette “classiche”, quando ho qualche dubbio, soprattutto per tempi di cottura o porzioni degli ingredienti per una ricetta, lo sfoglio e mi tolgo i dubbi.

Non vi aspettate un libro pieno di foto, ovviamente con la quantità di ricette che ci sono non era pensabile fotografarne molte. Però qualcuna c’è, per snellire un po’ lo scritto fitto fitto del libro.

L’indice è così suddiviso:

  • Parte introduttiva che parla un po’ del passato, introduce il libro e spiega come gestire la lettura.
  • Dizionario gastronomico.

da qui parte con le ricette vere e proprie

  • Salse, marinate, burri composti.
  • Antipasti, entrèes, pizze.
  • Primi piatti.
  • Uova, frittate.
  • Verdure.
  • Pesci, crostacei, frutti di mare.
  • Carni, frattaglie.
  • Animali da cortile.
  • Selvaggina.
  • Barbecue.
  • Formaggi.
  • Dolci, desserts.
  • Cucina internazionale.
  • I menù del Cucchiaio d’Argento.

In fine ci sono delle schede di approfondimento, sui surgelati, sul microonde e una parte dedicata al cibo le calorie e una dieta equilibrata.

Le ricette sono di semplice esecuzione, credo che sia un libro adatto ai neofiti della cucina ma anche un valido spunto per gli esperti. Credo che nell’era di internet almeno un libro di questo tipo ci deve essere in casa.

In conclusione posso dire che lo consiglio, anche se il prezzo è abbastanza elevato, se uno non è appassionato di cucina comperando un libro soltanto può avere una panoramica a 360°.