Frittelle di fiori di zucca e non solo

IMG_1261

Devo dire che noi siamo proprio fortunati, mio suocero tutti gli anni fa l’orto e spesso qualche prelibatezza arriva anche da noi!!!

Quando arrivano i fiori di zucca freschi non posso che cimentarmi con le frittelle di zucchine e fiori di zucca, questa è la ricetta della Nonna Melina (mia suocera) anche se non posso assicurarvi che sia la ricetta originale perché lei va a occhio, io ho provato a riproporla e mi sembrano molto simili.

Ovviamente da buona donna del sud la nonna non lesina con olio e condimenti vari, ma una volta ogni tanto si può anche fare no??

Ingredienti

200 ml di acqua frizzante

2 uova

250 g di farina

3 zucchine

6\7 fiori di zucca

2 cucchiai di parmigiano

Sale e pepe

Olio per friggere.

Preparazione

Pulire le zucchine e tagliarle con una grattugia a fori larghi e mettere da parte. Pulire i fiori di zucca, togliere il postillo e pulirli delicatamente da eventuali residui di terra, io li immergo uno alla volta in una bacinella di acqua, perché se vengono messi sotto l’acqua corrente rischiano di rompersi. Nel frattempo preparare la pastella, mescolare le uova la farina e l’acqua avendo l’accortezza di non lasciare grumi, unire il pepe, il sale e il parmigiano. Unire alla pastella le zucchine e i fiori si zucca, magari tagliati a metà.

Preparare l’olio, non lesinare con l’olio, perché paradossalmente meno olio si mette e più i cibi vengono unti, l’olio deve essere bel caldo, non mi ricordo dove ho visto un trucco che ormai uso sempre per scoprire se l’olio è caldo, immergo uno stuzzicadenti, se lo stuzzicadenti si riempie di bollicine allora vuol dire che l’olio è pronto. A questo punto con un mestolo prendere parte del composto e versarlo nella padella cercando di fare un mucchietto, che si solidificherà all’istante e formerà la nostra frittella.

Continuare così fino a finire tutta la pastella.

Mi viene già l’acquolina in bocca, mi sa che questa sera chiedo ai nonni se hanno un po’ di fiori di zucca da darmi!!!

PILLOLE DI UNA FETTA DI VITA-l’acqua

ingredienti

Chi mi conosce sa che mi piace sperimentare ed usare anche ingredienti un po’ diversi, però ogni ingrediente ha una storia, le sue proprietà e le sue caratteristiche, in questi angoli veloci vedremo di approfondire LE PROPIETA’ DEGLI ALIMENTI.

Riprendendo una rubrica che facevo all’inizio del blog alla fine delle ricette.

Ho in mente un’altra novità per fine mese, quindi se siete curiosi rimanete sincronizzati!!!!

Mi sembrava d’obbligo iniziare con l’acqua, visto che come tutti sappiamo, il nostro corpo è composto principalmente da acqua. L’acqua serve per la digestione, per l’assimilazione e la distribuzione dei nutrimenti e per l’eliminazione delle sostanze di scarto e delle tossine. E’ inoltre essenziale per la regolazione della temperatura corporea, che avviene attraverso la sudorazione e la respirazione.

E’ un liquido che protegge il cervello e il midollo spinale. Persino per muoversi il corpo ha bisogno dell’acqua che agisce come lubrificante di articolazioni e tessuti.

Avete mai pensato anche in cucina quanto sia fondamentale, ma lo sapete che per i lievitati è necessario utilizzare un acqua con meno residui possibili, in modo da non inibire la lievitazione? e nei fritti, spesso per fare la pastella è necessaria l’acqua gasata…

Quindi, siamo certi che l’acqua non è tutta uguale, spesso capita di assaggiare una marca diversa di acqua e sentire un sapore nuovo, sembra impossibile perchè a vederla pare tutta uguale, ma in realtà non è così!

Quindi la prossima volta che utilizzare l’acqua in una ricetta non pensate che sia soltanto acqua mi raccomando!!!

 

 

VERZA GUSTOSA

SDC10087b

Far mangiare la verdura a casa mia è una vera impresa, io ci soffro molto perché io invece le adoro tutte o quasi, quindi mi devo inventare sempre qualcosa di nuovo.

ecco che sono nate le verze gustose.

Ingredienti

1 verza piccola

2 patate

200 g formaggio tipo latteria

200 g prosciutto cotto

grana grattugiato

sale

Preparazione

Sbollentare le verze per qualche minuto in acqua bollente, scolarle bene, cuocere le patate, e schiacciarle con lo schiaccia patate o con una forchetta, salarle. Tagliare il prosciutto a striscioline e il formaggio a dadini e riempire le foglie di verza con gli ingredienti e chiudere le foglie a pacchettino. sistemarle in una teglia capiente e spolverale con il grana grattugiato.

Gratinare in forno con la funzione ventilato e grill per circa 30 minuti.

Io di questa ricetta faccio mille varianti, solo verdura (vagane), solo formaggio, con la carne e cotte in padella con il sugo.. diciamo che si presta a far scatenare la fantasia della cuoca che c’è in voi!!!


PROPRIETÀ DEGLI ALIMENTI

Verza

la verza è ottima per tenere sotto controllo il colesterolo, facilita la digestione del cibo.

secondo la ricerca moderna, tipi e colori diversi di verza contengono una sostanza, chiamata sinigrina, nota come componente chiave nei piani di prevenzione del cancro. È opportuno ricordare inoltre che tutti i tipi di cavolo hanno proprietà antinfiammatorie e capacità di ridurre il colesterolo. La verza facilita una corretta digestione e regola la pressione, in questo modo diventa benefica anche per il cuore;

Ultimi ma non meno importante sono i suoi benefici per la pelle: questo vegetale ha proprietà anti – invecchiamento.

PIZZOCHERI ALLA ZUCCA

pizzoccheri zucca

Sabato sera sono venuti dei nostri amici a cena, l’idea iniziale era quella di fare la paella, ma alla mia amica ho scoperto all’ultimo momento che la paella non piace, quindi mi sono inventata questa pasta, credo e spero sfiziosa, ci tenevo a proporre qualche cosa di gusto autunnale ed un po’ nuova.

Ingredienti

400 g di pasta tipo pizzoccheri

400 g di zucca

350 g di salsiccia

250 g formaggio tipo latteria

1 bicchiere di vino bianco

olio

sale

pepe

Preparazione

Pulire la zucca e tagliarla a dadini, togliere la salsiccia dal budello, e tagliare il formaggio a dadini.

In una padella larga mettere a cuocere la zucca con un filo d’olio, passati un paio di minuti aggiungere la salsiccia, quando la salsiccia è ben rosolata sfumare con il bicchiere di vino, salare e aggiungere il pepe, cuocere ancora per circa 10 minuti, intanto in una pentola di acqua bollente cuocere i pizzoccheri. A cottura ultimata scolare e saltare in padella con la zucca e la salsiccia per un paio di minuti, dopo aver aggiunto il formaggio, che a questo punto si dovrebbe sciogliere un po’.

Volendo si può spolverare con del grana grattugiato, ma questo va a gusti.

E buon appetito!!!!!!


ANGOLO PROPRIETÀ DEGLI ALIMENTI

Le proprietà della zucca sono diverse, a cominciare dalla polpa che contiene diversi principi attivi in particolare modo carotenoidi, ma anche mucillagini e sostanze pectiche.  Anche i semi hanno la loro importanza perché in essi è possibile trovare fitosteroli, olii grassi, melene e fitolecitina. Inoltre dai semi di zucca freschi pestati si estrae un olio scuro mentre, tostati e salati, vengono serviti come “stuzzichini” insieme all’aperitivo. Essi hanno anche una funzione medicamentosa, infatti sono molto indicati per combattere la tenia echinococco (verme solitario).  L’uso dei semi come vermifugo è da tempo conosciuto, generalmente ben tollerato e privo di controindicazioni. Ma non è solo questa la loro funzione positiva, infatti i semi della zucca sono anche in grado di alleviare le infiammazioni della pelle e di prevenire le disfunzioni delle vie urinarie. La polpa e il succo della zucca spesso vengono utilizzati come diuretici e gli specialisti consigliano di bere un bicchiere di succo la mattina a digiuno. Da essa inoltre si ricava un estratto che, mischiato al latte, è molto indicato per i disturbi gastrici e le patologie della prostata.

MELE QUADRATE – merenda sana e leggera –

mele quadrateb

Ragazze l’autunno è iniziato e si fa già sentire, quindi pensiamo ai nostri bimbi, una ricetta golosa per la merenda e anche sana, ma soprattutto super veloce, poi in questo periodo che abbiamo a disposizione le mele nuove perchè non approfittarne.

MELE QUADRATE

Ingredienti

1 kg di mele

50 g biscotti secchi

100 g pane secco

2 uova

80 g zucchero

2\3 cucchiai di mirto (facoltativo)

latte (io uso quello di soia)

zucchero a velo

Preparazione

cuocere le mele tagliate a dadini a vapore per 10 minuti, oppure saltare in padella per 10 minuti con un cucchiaio di zucchero di canna e mezzo limone spremuto.

Quando si sono raffreddate unire in una ciotola il pane, ammollato nel latte, i biscotti grattugiati finemente, lo zucchero, le uova, in modo da ottenere un composto denso e cremoso.

Foderare una teglia rettangolare con carta forno, versare il composto e livellarlo. Cuocere un ora circa a 190°.

una volta raffreddate tagliarle a rettangoli e cospargerle di zucchero a velo.

A casa nostra non faccio in tempo a sfornarla che la teglia è già a metà!!


Angolo proprietà degli alimenti

LE MELE

la mela è considerata un farmaco della natura, un rimedio per tantissimi problemi. Innanzitutto occorre dire che questo frutto contiene pochissime proteine e grassi sono quasi assenti. Inoltre è presente in essa la vitamina B1, che combatte inappetenza, stanchezza e nervosismo e la B2 che facilita la digestione, protegge le mucose della bocca e dell’intestino e rinforza capelli e unghie. Ma i pregi della mela non finiscono qui. Essa è ben tollerata dai diabetici perché ha pochi zuccheri, ma non solo: contiene circa il 2% di fibre tra cui la pectina, nota per i suoi numerosi benefici. Inoltre ha il potere di “tenere sotto controllo” la glicemia, regolando quindi l’assorbimento degli zuccheri. Generalmente viene mangiata cruda e in questo caso ha un’azione astringente ma, consumata cotta, è un naturale e ottimo rimedio contro la stipsi. Gli specialisti la consigliano alle persone anziane perché è facilmente digeribile e si può consumare a fine pasto proprio per queste caratteristiche. Alcune notizie riportano anche che, chi mangia mele, respira meglio e addirittura alcuni ritengono questi benefici, superiori al consumo di agrumi. Infine, se consumate regolarmente, le mele abbassano il colesterolo cosiddetto “cattivo” e aumentano quello buono anche in pochissimo tempo e sono considerate preziose nella prevenzione di ictus e tumori.

PIADINA DI FARRO

IMG_0965b

Diciamoci la verità… il weekend chi ha voglia di cucinare? Solo una pazza scatenata come me…

Allora oggi vi propongo una ricetta veloce però molto gustosa ed estremamente facile, sempre dedicata alle mie amiche che odiano cucinare…

PIADINA DI FARRO

Ingredienti

300 g farina di farro ( come già vi ho detto io la farina la faccio direttamente a casa, quindi ho usato 300 g di farro)

165 ml acqua tiepida

30 g olio extravergine di oliva

una punta di un cucchiaino di bicarbonato

1 cucchiaino di sale

la farcitura la lascio alla vostra fantasia

io ho usato

pomodoro

mozzarella

prosciutto cotto

foglie di radicchio grigliate al forno ( anche di queste prossimamente di metterò la ricetta)

Preparazione

In una ciotola unire ed amalgamare le farine e il sale. In un’altro contenitore mettere l’acqua tiepida, il bicarbonato e l’olio di oliva. Unire la farina all’acqua e lavorare il tutto per un 15 minuti, fino ad ottenere un composto omogeneo.

Fare una palla con il composto e lasciarla riposare per 30 minuti. Dividere il composto in 4 parti uguali, spolverizzare il tavolo di lavoro con la farina e stendere le piadine con il matterello ottenendo sfoglie sottili. distribuite su ogni piadina una spennellata di olio, poi arrotolate la piadina in un rotolo stretto, prendete le due estremità e portatele al centro  della piadina e ripiegatele.

Lasciate riposare per una decina di minuti e infarinando nuovamente il piano e il mattarello stendete le piadine e cuocete in pentola caldissima un paio di minuti girandole.

mi viene già l’acquolina in bocca!!


Angolo proprietà degli alimenti

FARRO

Il Farro è ricco di minerali e molto energetico, e contiene vitamine antinvecchiamento. Aiuta chi è a dieta, perché ne basta una piccola porzione per far passare la fame. Svolge un’azione antianemica e ricostituente. Il farro è una ricchissima fonte di vitamine, fibre e sali minerali, è molto energetico, è un rimineralizzante: contiene calcio, fosforo, sodio, potassio e magnesio.

Svolge un’azione ricostituente per le proteine, le vitamine del gruppo B, gli acidi grassi polinsaturi ed essenziali che contiene. E’ antianemico grazie a ferro, manganese, rame, cobalto, vitamina B. Infine, è un emolliente intestinale, antistipsi e rinfrescante per la crusca e gli oli contenuti nel suo germe. Il farro è anche un ottimo antiossidante: con il contenuto di selenio, vitamine E-B-C, si oppone ai radicali liberi, le molecole maggiormente responsabili del ricambio delle cellule, e quindi dell’invecchiamento precoce. Un cocktail di proprietà in linea con le norme di difesa della salute, e con quelle di una sana alimentazione “all’italiana”. Il farro rappresenta un valido aiuto, anche per chi è a dieta perché dà un senso di pienezza e ritarda la fame. Insieme ai legumi è un abbinamento perfetto.

FARINATA DI CECI

IMG_0946b

Ok lo ammetto comincio ad avere un po’ di caldo anch’io, ma non posso proporre tutte le sere insalata mista!!!! Quindi ieri sera mi dovevo inventare qualcosa, ho aperto la dispensa e ho trovato un pacchetto nuovo di ceci secchi, ed ho iniziato a pensare a cosa potevo farci, se avessi voluto farli cuocere avrei dovuto metterli a bagno la sera prima, e ovviamente io non lo avevo fatto, allora pensa che ti ripensa mi è venuta un’idea geniale!!!

faccio la farinata di ceci, fortunatamente il mio robot da cucina riesce a tritare tutto e ridurlo in “polvere” ceci, farro orzo, riso, ecc, quindi ho sempre a disposizione la materia prima da trasformare come meglio credo ed è una grande fortuna, vi assicuro!

comunque bando alle ciance!!!!

vi scrivo la ricetta della mia farinata,veloce veloce, come diceva Cettina di un medico in famiglia!!

FARINATA DI CECI

150 g di ceci o di farina di ceci, dipende da cosa avete a disposizione come robot da cucina

400 g acqua

50 g olio

1 cucchiaino scarso di sale

rosmarino

PROCEDIMENTO

mescolate con una frusta tutti gli ingredienti, lascriar riposare per un ora e versate sul fondo di una teglia, spargere la superficie con rosmarino. Infornate la farinata a 180° C per circa 45 minuti, fino a doratura.


Angolo le proprietà degli alimenti

CECI

I ceci sono molto ricchi di fibre e aiutano quindi a regolarizzare l’intestino. Grazie al loro contenuto di acidi grassi omega 3 sono validi alleati del sistema cardiovascolare; contribuiscono, infatti, a controllare la pressione arteriosa e ad aumentare i valori del colesterolo HDL, quello cosiddetto buono,  riducendo i livelli di LDL, il colesterolo cattivo.

Questi legumi contengono  folato, una sostanza che aiuta a mantenere bassa l’omocisteina, un aminoacido presente nel sangue che, quando raggiunge valori sopra la norma, aumenta il rischio dell’insorgenza di eventi cardiovascolari quali ictus e infarto.

I ceci contengono, inoltre, molti sali minerali, tra cui soprattutto magnesio, calcio, fosforo e potassio e una buona quota di vitamine C e vitamine del gruppo B.

Hanno, infine, molte proteine  e non contengono glutine e sono quindi indicati anche per chi soffre di celiachia.

GELATO ALLA PESCA – per la merenda dei bimbi –

IMG_0963b

Sos caldo, in questo periodo di gran caldo Matteo non sta mangiando molto, soprattutto alla sera, quindi sto cercando di inventarmi qualcosa di sano ed invitante da proporgli.

L’altro pomeriggio eravamo tutti e tre a casa a boccheggiare e avevamo voglia di qualcosa di fresco, fortunatamente pochi giorni prima avevo diverse pesche comperate da mio marito, in una bancarella per strada, che cominciavano a rovinarsi, allora le ho pulite bene e le ho tagliate a pezzi, ma non le ho sbucciate perchè la pelle comunque possiede le suo proprietà ed è un peccato eliminarla.

Le ho surgelate in pacchettini da circa 300 g ciascuno, la stessa cosa l’avevo fatta con delle banane anche loro un po’ malandate. Ed è uscito un gelato ottimo degno della gelateria.

GELATO ALLA PESCA

Ingredienti

300 g pesche (surgelate a pezzetti)

200 g banana (surgelata a pezzetti)

80 g zucchero o 2 cucchiaini di miele

Preparazione

Togliere la frutta dal freezer e lasciarla riposare qualche minuto a temperatura ambiente, in modo che la frutta si ammorbidisca un po’.

mettere tutto nel frullatore con 80 grammi di zucchero e frullare fin che il composto non diventi cremoso, se è necessario spegnere il frullatore, riportare il composto sul fondo con una spatola e montare ancora un paio di minuti.

Immagino che non serva aggiungere che Matteo ha leccato anche la ciotolina!! 🙂


Angolo proprietà degli alimenti

La pesca catalogata tra la frutta polposa, è ricca di acqua e contiene zuccheri semplici, principalmente fruttosio. Ha un discreto contenuto di vitamina C e carotenoidi, trasformati dall’organismo in vitamina A, che migliorano le difese dell’organismo e combattono l’invecchiamento della pelle.

I sali minerali sono presenti in buona quantità, soprattutto il potassio, che regola la pressione sanguigna e muscolare.
Nella polpa sono presenti flavonoidi ad azione antiossidante, e fibre (pectine) che regolano la funzione intestinale.

La pesca fresca ha poche calorie, le sostanze contenute nella pesca le conferiscono proprietà: energetiche, diuretiche, rinfrescanti e dissetanti ed in fine leggermente lassative.

Le virtù curative della pesca sono più efficaci nel frutto consumato fresco, con la buccia accuratamente lavata, oppure come succo centrifugato, con aggiunta di succo di limone.

INSALATA DI RISO RIVISITATA

20150604_191347b

Per me estate è uguale ad insalata di riso, piatto che mio marito adora, ricordo ancora la prima volta che l’abbiamo cucinata insieme al mare, la nostra prima vacanza insieme, ricordo anche che ci mancava un ingrediente e siamo usciti insieme a comprarlo, ma ci aveva sorpreso un temporale fortissimo e siamo arrivati a casa fradici.

Lasciamo perdere i ricordi, altrimenti mi commuovo!!!!!

Torniamo alla nostra

INSALATA DI RISO RIVISITATA

L’altra sera mi sono rifiutata di proporre la solita insalata di riso, aprendo il condiriso e le scatolette di tonno, in primis perché volevo sperimentare e mangiare qualcosa di meglio, in più mi sono accorta che da quando c’è Matteo sto molto più attenta a ciò che cucino, preferisco fare in casa io piuttosto che comperare oli di palma e conservanti vari al supermercato, in più mi diverto.. quindi cosa c’è di meglio?

ottimo da portare anche il giorno dopo al lavoro, la mia schiscetta!!!

INGREDIENTI

300 G di riso ribe

1 fetta di salmone

100 g di vongole

100 g di gamberi già sgusciati

50 g di surimi (anche se so che non è il massimo)

150 g di olive nere

2 cucchiai di capperi

1 spicchio di aglio

3 pomodori

3-4 foglie di basilico

Olio

Sale

PREPARAZIONE

Far cuocere il riso in abbondante acqua salata per circa 15 minuti, intanto in una padella antiaderente far scaldare un goccio di olio con uno spicchio di aglio, una volta che l’olio è ben caldo far saltare il salmone tagliato a cubetti e privato della pelle e della lisca centrale, dopo un paio di minuti aggiungere le vongole e i gamberetti e far insaporire in padella per 5 minuti. Far raffreddare, intanto scolare il riso e passarlo sotto il getto di acqua fredda in modo da fermare la cottura.

Quando tutto sarà ben freddo mischiare gli ingredienti cotti e aggiungere il surimi, le olive, i capperi, i pomodori tagliati a tocchetti, il basilico e condire con olio e sale.

Lasciare in frigo per un oretta e gustare possibilmente su una terrazza vista mare!!!!


Angolo proprietà degli alimenti

SALMONE

Il salmone ha molte proprietà benefiche, sia che venga consumato fresco, sia affumicato.

Cucinare il salmone significa assicurarsi delle ottime proprietà nutrizionali, con un apporto di calorie, che si rivela non affatto dannoso, nemmeno quando si segue un regime alimentare ipocalorico. Questo pesce è ricco di omega 3, che possono essere considerati dei veri e propri alleati per la nostra salute. Riescono ad abbassare il livello del colesterolo, incidono positivamente sul rallentamento dell’invecchiamento, prevengono i tumori e aiutano a combattere l’osteoporosi.

MATTONELLA DI QUINOA CON CANNELLINI

IMG_0912b

QUINOA, quinoa, tutti nominano questa fantomatica quinoa, e ovviamente io annuivo con faccia perplessa, alla fine mi sono decisa e l’ho acquistata, è rimasta un pochino in dispensa poi mi sono decisa e l’altra sera ho detto: “no devo cucinarla!” e come per magia ho trovato sulla mia enciclopedia di cucina questa ricetta sfiziosa.

Mattonella di Quinoa con Cannellini
Ingredienti

100 g di formaggio tipo fontina

1 foglia di cipolla tagliata sottile sottile

1 mazzetto di foglie di prezzemolo fresche

100 g di cubetti di pancetta affumicata

30 g di olio extravergine di oliva

200 g di fagioli cannellini lessati

sale q.b.

2 uova

120 g di chicchi di quinoa

Preparazione:

Tagliare la fontina con una grattugia a fori larghi, mettere da parte. Sciacquare bene la quinoa e cuocerla in 250 ml di acqua fino al completo assorbimento dell’acqua.

Saltare in padella la pancetta con un filo d’olio, la cipolla e il prezzemolo.

Quando la pancetta e la quinoa saranno fredde amalgamare i fagioli, le uova la quinoa, la pancetta e il formaggio e disporre in una teglia da plumcake. Cuocere in forno caldo a 180° per 30 minuti, Servire calda o tiepida.


 

La proprietà degli alimenti

QUINOA

Non è una graminacea e non contiene glutine, è quindi un alimento adatto a chi soffre di celiachia. Ha numerosissime proprietà nutritive. È molto ricca di proteine, carboidrati e fibra alimentare. Nella sua composizione sono presenti due aminoacidi essenziali molto importanti per il buon funzionamento dell’organismo: lisina e metionina; quest’ultimo aiuta il metabolismo dell’insulina.

Contiene, infine, una buona quota di minerali e vitamine, in particolare magnesio, vitamina C e vitamina E.
La quinoa è particolarmente energizzante; 100 grammi apportano circa 350 calorie. Essendo un alimento molto nutriente, il suo consumo è consigliato soprattutto a bambini, donne in gravidanza, sportivi e convalescenti.
Il suo elevato contenuto proteico, rende la quinoa una valida alternativa rispetto agli alimenti proteici di origine animale.