GELATO ALLA PESCA – per la merenda dei bimbi –

IMG_0963b

Sos caldo, in questo periodo di gran caldo Matteo non sta mangiando molto, soprattutto alla sera, quindi sto cercando di inventarmi qualcosa di sano ed invitante da proporgli.

L’altro pomeriggio eravamo tutti e tre a casa a boccheggiare e avevamo voglia di qualcosa di fresco, fortunatamente pochi giorni prima avevo diverse pesche comperate da mio marito, in una bancarella per strada, che cominciavano a rovinarsi, allora le ho pulite bene e le ho tagliate a pezzi, ma non le ho sbucciate perchè la pelle comunque possiede le suo proprietà ed è un peccato eliminarla.

Le ho surgelate in pacchettini da circa 300 g ciascuno, la stessa cosa l’avevo fatta con delle banane anche loro un po’ malandate. Ed è uscito un gelato ottimo degno della gelateria.

GELATO ALLA PESCA

Ingredienti

300 g pesche (surgelate a pezzetti)

200 g banana (surgelata a pezzetti)

80 g zucchero o 2 cucchiaini di miele

Preparazione

Togliere la frutta dal freezer e lasciarla riposare qualche minuto a temperatura ambiente, in modo che la frutta si ammorbidisca un po’.

mettere tutto nel frullatore con 80 grammi di zucchero e frullare fin che il composto non diventi cremoso, se è necessario spegnere il frullatore, riportare il composto sul fondo con una spatola e montare ancora un paio di minuti.

Immagino che non serva aggiungere che Matteo ha leccato anche la ciotolina!! 🙂


Angolo proprietà degli alimenti

La pesca catalogata tra la frutta polposa, è ricca di acqua e contiene zuccheri semplici, principalmente fruttosio. Ha un discreto contenuto di vitamina C e carotenoidi, trasformati dall’organismo in vitamina A, che migliorano le difese dell’organismo e combattono l’invecchiamento della pelle.

I sali minerali sono presenti in buona quantità, soprattutto il potassio, che regola la pressione sanguigna e muscolare.
Nella polpa sono presenti flavonoidi ad azione antiossidante, e fibre (pectine) che regolano la funzione intestinale.

La pesca fresca ha poche calorie, le sostanze contenute nella pesca le conferiscono proprietà: energetiche, diuretiche, rinfrescanti e dissetanti ed in fine leggermente lassative.

Le virtù curative della pesca sono più efficaci nel frutto consumato fresco, con la buccia accuratamente lavata, oppure come succo centrifugato, con aggiunta di succo di limone.

Annunci

DESSERT FREDDO AL CIOCCOLATO – dairy free

IMG_0952

Come tutti sono umana e ho i miei giorni di alti e bassi, e cosa più di un  confort food può aiutare, cosa tira su di più il morale di una bella mousse al cioccolato??

peccato che da quando ho scoperto di essere intollerante al lattosio o me li produco in casa o c’è poca possibilità di farsi consolare!!! Il latte e la panna ahimè sono ovunque, e quanto mi mancano per giunta!!

ho cercato in questo periodo di trovare delle alternative, alcuno sono molto valide, altre invece senza panna sono delle vere ciofeche, ma io non demordo, sperimento sempre e assaggio, fino a trovare la soluzione perfetta!!!

senza lattosio si può vivere e io ne ho le prove, anche perchè ora non tornerei mai in dietro, visto che finalmente sto veramente bene e tutti i disturbi di prima sono un lontano ricordo!!

L’altra sera all’improvviso hanno telefonato degli amici dicendo che venivano a bere il caffè.. aiuto, non ho in casa nulla da offrire.. invece poi con  un po’ di ingegno ecco degli ottimi dessert da offrire…

Ho fatto delle coppette stratificate.

Primo strato ho utilizzato un liquore al cioccolato fato nel periodo di natale che era venuto molto cremoso, magari prossimamente metterò la ricetta.

secondo strato yogurt alla soia, io uso questo, lasciato sgocciolare in frigo in un colino con maglie fini per una notte, poi ho mescolato lo yogurt con un cucchiaino di cannella e uno di miele, il terzo strato ho usato qualche goccia di cioccolato e l’ultimo strato ho preparato la mia mitica crema pasticcera senza lattosio, ecco questa è una ricetta che non mi fa assolutamente rimpiangere il latte, ma anche con il latte vegetale viene benissimo.

Crema pasticcera

400 g latte di riso a temperatura ambiente
4 tuorli d’uovo
150 grammi zucchero
40 grammi farina
1 cucchiaino essenza di vaniglia o la bacca

PREPARAZIONE
Montate i tuorli con lo zucchero, aggiungete la bacca di vaniglia e infine la farina.

Nel frattempo mettete a bollire, preferibilmente in un pentolino antiaderente, il latte.

Raggiunto il bollore, unite al latte la montata di uova.

Fate cuocere per 1 minuto circa, mescolando con una frusta, appena comincia ad addensarsi togliere dal fuoco.

Lasciarla raffreddare, coprendola con la pellicola per evitare che si formi la patina sulla superficie.

quando è fredda formare l’ultimo strato della coppa, oltre ad essere veloce questo dolce fa una gran scena ed è veramente molto gustoso, una coccola che ogni tanto ci si dovrebbe concedere!

INSALATA FRESCA DI SEPPIOLINE

20150624_195013

Eccomi, questa settimana sono piuttosto attiva, nonostante gli orari lavorativi miei e di mio marito siano proibitivi, ormai ci parliamo solo tramite whatsapp, verranno tempi migliori!!! comunque non vi tedio con la saga della nostra famiglia perché non è il caso!!!!

Quella di oggi non vuole essere assolutamente una ricetta!!! Ma è un suggerimento per tutte le mie amiche che non amano cucinare e la sera si trovano davanti al frigo con zero idee. Spesso durante l’ora di cena mi trovo a fare consulenza tramite messaggio per proporre qualche idea!

Vi anticipo che l’altra sera mio marito la ciotola di insalata se l’è finita tutta, quindi tanto male non deve essere!

INSALATA FRESCA DI SEPPIOLINE

Ingredienti

500 g di seppioline

150 g di tonno sott’olio

200 g di fagioli bianchi tipo cannellini

4 pomodori

100 g di cetrioli sottaceto

2 cucchiai di capperi

sale

olio

origano

aglio

Preparazione

Mettete un filo d’olio in padella e fate scaldare con uno spicchio di aglio, quando l’olio sarà caldo buttateci dentro le seppioline, e fatele saltare in padella per una decina di minuti, togliete l’aglio. Quando saranno ben freddo in una ciotola unite gli ingredienti, le seppioline, il tonno, i pomodori tagliati a tocchetti, i cetriolini, i capperi, i fagioli, se avete i fagioli secchi dovete metterli a bagno e lasciarli a bagno 6\8 ore, e farli cuocere circa 40 minuti, poi dipende dalla qualità, vanno assaggiati, eventualmente aumentare i tempi di cottura. Mentre per i fagioli in scatola sapete perfettamente come comportarvi! l’unico consiglio che vi do, è quello di buttare sempre l’acqua di vegetazione.

Condite a piacere con olio, sale e origano e il piatto e pronto, spero vi piaccia!!

GRANITA AL LIMONE E FOGLIOLINE DI MENTA

20150606_160313b

I giorni scorsi faceva veramente caldo, poi purtroppo sono arrivati i temporali, l’aria si è rinfrescata, potrei stare qui per ore ad elencarvi quanto adoro il caldo e quanto aspetti con ansia la bella stagione, sono ancora traumatizzata dall’estate dell’anno scorso che non ci è stata!!

Quindi per combattere il caldo, l’altro pomeriggio, ho dovuto soccorrere mio marito, dopo che ha tagliato il prato, cosa che odia visceralmente fare, con una bella e velocissima granita al limone.

GRANITA AL LIMONE E FOGLIOLINE DI MENTA

Ingredienti

800 gr Ghiaccio a cubetti

200 gr Zucchero

3 o 4 Limoni Pelati a Vivo (senza pellicine e senza semi)

5-6 foglioline di menta fresca

Preparazione

Qui serve un robot da cucina o un frullatore un po’ potente.

Metti nel boccale il ghiaccio e lasciarlo un paio di minuti a temperatura ambiente, poi aggiungere lo zucchero i limoni e la menta e frullare un paio di minuti, spegnere mescolare e frullare nuovamente un paio di minuti.

Servire subito e gustarsi l’estate che è appena cominciata!

TACCHINO TONNÈ in salsa allo yogurt

IMG_0924b

 

Questo è un classico degli anni ottanta al quale d’estate non so rinunciare, il vitel tonnè, la mia versione è un po’ diversa, infatti domenica io l’ho fatto non con il vitello ma con il tacchino, e per renderlo più leggero la salsa l’ho fatta con lo yogurt invece della maionese, così anche i bambini più piccoli possono mangiarlo tranquillamente senza il problema di pastorizzare le uova ecc.

Ingredienti

Per la cottura del tacchino

1 kg di petto di tacchino

1 cipolla

1 carota

1 gambo di sedano

sale

per la salsa

200 g tonno sott’olio

200 g di yogurt cremoso (tipo greco)

2 cucchiai di capperi

Preparazione

Cuocere il petto di tacchino coperto di acqua, per insaporire mettere nella pentola una carota una cipolla e il sedano e una presa di sale grosso, mi raccomando il brodo non buttatelo, ma utilizzatelo per fare un risottino il giorno dopo, oppure spesso lo surgelo in bottigliette da mezzo litro, così ce l’ho sempre pronto all’uso.

Fate cuocere il tacchino per circa 1 h e mezza coperto. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare la carne nel suo brodo.

Nel frattempo tritate i capperi e il tonno, poi mescolateli con lo yogurt. Così non c’è nemmeno il pericolo che la maionese impazzisca 😉 e vi assicuro che il sapore è molto simile.

Tagliate la carne a fette sottilissime, meglio se con l’affettatrice, disponetela sul piatto da portata e sopra versate la salsa che ricopra bene il tutto. Lasciate insaporire e raffreddare in frigo per un paio di ore.

Buon appetito!!!

ZUCCHINE ALLA SCAPECE

20150513_195937

Questo mese zucchine a go go.

Ieri in casa c’era il profumo delle estati della mia infanzia, quando mia mamma preparava le zucchine per il papà che tornava a casa tardi la sera dal lavoro, ricetta tramandata dalla mia nonna paterna che ormai non c’è più.

Mi ricordo che mia mamma paonazza e accaldata toglieva con la schiumarola le zucchine dalla padella dopo averle fritte, io invece ho optato per una cottura un po’ diversa, ma il risultato è molto simile.

ZUCCHINE ALLA SCAPECE

Ingredienti

1,5 kg di zucchine

Q.b. olio

Q.b. aceto di vino bianco

Q.b. Sale

Q.b. menta

Preparazione

Tagliare le zucchine a rondelle, disporle sulla placca da forno e irrorarle con abbondante olio, cuocere in forno a 200° per almeno 30 minuti.

Una volta che le zucchine sono cotte e ben abbrustolite prendere una padella capiente e mettere circa 2 cucchiai di aceto di vino farlo sfumare un paio di minuti, poi mettere le zucchine nella padella farle saltare per qualche minuto aggiungendo la menta e il sale.

Credo che questo sia un modo un po’ diverso per cucinare le zucchine adatto ai mesi estivi, poi con questa modalità di preparazione non si suda nemmeno poi tanto 😉


Angolo proprietà degli alimenti

Menta

Per via dei principi attivi contenuti nella menta, ad essa vengono attribuite proprietà cicatrizzanti e disinfettanti. E’ utile in caso di disturbi gastro-intestinali, aiuta il funzionamento del fegato e favorisce la digestione. Contiene mentolo, vitamina C, sostanze antibiotiche.

La menta, sotto forma di tisana o dei relativi preparati erboristici, può essere d’aiuto in caso di diarrea e disturbi gastrici. Può coadiuvare il trattamento di disturbi come tosse e raffreddore, per via delle sue proprietà sedative e spasmodiche. Il mentolo che essa contiene è considerato un vasodilatatore per la mucosa nasale.